Super 8 Cup 2015, l’Asca ad un punto di svolta. Perché se non ora, quando?

Per gli appassionati di wrestling, sabato 5 dicembre vi sarà una nuova occasione per vedere del grande wrestling, toccarlo con mano, averci a che fare sapendo che a fine serata avrete visto il miglior show della vostra vita. Perché sì, questo sarà lo show migliore che abbiamo mai fatto e migliore, consentitemelo, di qualunque altro show vi sia stato in Italia nel 2015, italiano o americano che sia. Sarà un evento spartiacque, quello che mostrerà all’Europa che l’Italia c’è, che è qualitativamente valida e può dire la sua in questo boom mediatico che accompagna il wrestling nel Vecchio Continente.

In Italia dobbiamo capire se vogliamo vivere nel passato, nel presente o provare a guardare al futuro. Siamo un paese re-attivo, nel senso che finché non ci indicano la via gli altri, stiamo a guardare. Abbiamo paura di “sporcarci”, andare oltre quello che già conosciamo e provare ad essere se non dei leader, almeno dei competitor onesti e qualitativamente forti. Siamo sempre un po’ indietro, per qualche ragione non riusciamo a vivere nel presente. Viviamo nel presente solo se si tratta di essere consumatori di qualche multinazionale che ci imbocca. Sabato il wrestling italiano sarà davamti ad alcune grandi star del firmamento mondiale e, ne sono certo, dimostrerà di sapersela giocare fino in fondo, di saper “tirare di wrestling” e non “giocare a fare i wrestler”. Gli italiani presenti alla Super 8 Cup 2015 sono pronti per il grande salto e giocarsi chance importanti anche al di fuori dalle nostre quattro mura.

Non ho paura a dire che la card della Super 8 Cup 2015 si colloca qualitativamente nelle posizioni più alte tra le card europee. Avremo in Italia (forse per l’unica volta nella loro carriera) il wrestler tecnico migliore al mondo, Zack Sabre Jr., ormai nell’orbita della WWE dove – secondo rumors – potrebbe approdare a partire della primavera. Quindi Jimmy Havoc, l’heel migliore del 2015 e un campione di considerabile rispetto. Trent Seven e Damian Dunne sono vecchie conoscenze, Zack Gibson il nuovo che avanza: tra un anno diremo che Andrea, Silvio e Michele avevano portato in ASCA uno dei futuri campioni britannici. E l’Italia? La pattuglia è folta: i nostri Iceman e Kyo Kazama, TG, Mr.Excellent, Brutus, David Graves, Extreme Panther, Shock, Horus, Italian Fight Club, Headhunters, Doblone, Mark Fit…. non ci sono tutti i migliori italiani ma ci sono alcuni tra i migliori interpreti del nostro paese. Diciamolo forte: l’Asca porta sui ring italiani il wrestling che conta davvero. Tutto il resto sono chiacchiere.

5 Dicembre, il verbo è imperativo: esserci. Per quale motivo? Perché dopo questo evento nulla sarà più come prima. Si riveleranno tante situazioni che cambieranno il modo di vedere il wrestling e porteranno l’Asca ad un livello superiore. E voi, voi sarete lì, testimoni di questa svolta, testimoni di un progetto in espansione. Perché se non svoltiamo ora, quando lo faremo? Ecco quindi la card ufficiale dell’evento:

++ Super 8 Cup Card Serale ++
a) Jimmy Havoc [0-0] vs MR.Excellent [2-2]
b) TG [0-1] vs Zack Gibson [0-0]
c) Iceman [8-1-3] vs Zack Sabre Jr. [0-0]
d) Kyo Kazama [3-1-6] vs Trent Seven [1-3]
1) Damian Dunne [1-1-3] vs Mark Fit [3-2]
2) Headhunter vs Italian Fight Club vs Brutus/Graves vs Shock/Horus

++ Super 8 Cup Card Notturna ++
1) Doblone [1-1] vs Damian Dunne [1-1-3]
2) Brutus [0-2] vs Extreme Panther [2-1]
3) Lupo [0-2] vs ???
4) Super 8 Cup Semifinal
5) Super 8 Cup Semifinal
6) Super 8 Cup Final

Signori, fate il vostro gioco. Se vi siete chiesti per tanto tempo cosa potesse fare l’ASCA per voi, chiedetevi ora cosa potete fare per voi stessi. La festa è ad un passo dall’accendersi, aspettiamo voi per infiammarla. Giocate tutto al casinò ASCA, potete solo vincere.

A cura di Simone Spada

I commenti sono chiusi.